Demenza Vascolare (Vascular Dementia, VaD) - Mauro Colangelo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Demenza Vascolare (Vascular Dementia, VaD)

Patologie > Demenze


Analogamente al precedente,  anche con questo termine si designa un gruppo di demenze accomunate dalla patogenesi vasculopatica, che è responsabile del danno di tipo ischemico od emorragico, e dalla fenomenologia di un deterioramento cognitivo che insorge secondariamente all’evento ictale. Pertanto, perché si possa porre una corretta diagnosi di demenza vascolare è necessaria la antecedenza di un danno vascolare, cui abbia fatto seguito in immediata contiguità temporale il deterioramento cognitivo. La diagnosi differenziale con le demenze primarie  risiede nella rapidità di insorgenza del decadimento nonché nella variabilità del deterioramento cognitivo, essendo questo in dipendenza della sede e dell’entità della zona cerebrale lesionata. A differenza della malattia di Alzheimer vi è una ridotta consapevolezza della malattia ed inoltre si osserva  una migliore risposta alla riabilitazione. Per ultimo, va menzionato che in un 15 – 20 % dei casi di malattia di Alzheimer tendono a verificarsi contemporaneamente lesioni cerebrali ischemiche creandosi in tal modo una sovrapposizione di ambedue le patogenesi: è la cosiddetta demenza mista.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu